Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

MORIRESTI PER LE TUE IDEE? Patetiche incongruenze del clero della neo-chiesa

Mi dici che credi nella dignità della persona, nella libertà di coscienza, nel rispetto delle minoranze. Ti riempi la bocca di frasi fatte che apparentemente possono far pensare che tu abbia un qualche ideale, che forse tu sia disposto a combattere per un’idea. Ma vedi, la tua finzione si sconfessa da sola, non appena si passa dalla semplice petizione di principio alla pratica concreta. Perché tu, per le tue idee, non sei disposto a combattere; quella dignità umana che sbandieri a destra e a manca va letteralmente a farsi benedire allorché ti trovi davanti a chi non la pensa come te: allora non c’è dignità che tenga, come non c’è libertà di parola, non c’è dialogo e chi osa contraddirti non merita rispetto ma persecuzione cieca. Con la tua presunzione di essere il depositario della tua verità, non accetti di argomentare, non spieghi le ragioni per cui consideri l’uomo più importante di Dio, non sai sostenere un confronto. Ti chiudi semplicemente a riccio, usando il disprezzo e la dele…

Ultimi post

DOMINE, UT VIDEAM! La cecità spirituale dei Dodici ed il miracolo della guarigione del cieco: una lezione evalgelica per questi tempi di tribolazione

LA CONFERENZA SU RAHNER ANNULLATA, ossia la sconfessione delle "convergenze parallele" dei conservatori e dei normalisti

LA FAVOLA BELLA DEL CONCILIO TRADITO DAL POSTCONCILIO - Continua la disputa tra Baronio e padre Scalese

Lettera ad un Sacerdote del "Summorum Pontificum"