Autorevoli precedenti

Torniamo sull'infelice vicenda della tiara, per sottoporre all'attenzione dei nostri lettori un autorevole precedente nella modifica dello stemma di Benedetto XVI, risalente alla Pasqua scorsa.




Come si vede, il trono papale reca due stemmi che, nel restauro, sono stati modificati sostituendo lo scudo con quello del regnante Pontefice.



La ragione di questa modifica è evidente: mantenere la coerenza stilistica con il trono, senza scadere nella replica pedante dello stemma mitrato. Così si è apposto anche il Pallio, proprio delle armi di Benedetto XVI, ma la tiara e le chiavi sono state mantenute: esattamente come si era fatto nel pregevole stemma ricamato per lo stratum del balcone papale, dono di un nobile marchigiano.

Curiosamente non pare che Avvenire abbia ritenuto di dover censurare questa scelta, né che la Segreteria di Stato abbia sguinzagliato i suoi bravi a grattar via l'odiato triregno. 

Commenti

  1. " Curiosamente non pare che Avvenire abbia ritenuto di dover censurare questa scelta, né che la Segreteria di Stato abbia sguinzagliato i suoi bravi a grattar via l'odiato triregno "

    **************

    ^__^
    e voi non suggeriteglielo....
    ^__^
    Avvenire potrebbe averlo tollerato perchè poco in vista...
    mentre sul tappeto da finestra, bè... non passava inosservato e dunque era INTOLLERABILE che la gente potesse apprezzare il dignitoso e legittimo Stemma PONTIFICIO confronto ad uno stemma "vescovile"...ossia mitrato!

    Gesù portava la Corona di spine come schernimento, al Papa hanno voluto TOGLIERE questa Corona DI SPINE che era ed è la Tiara, un triplice potere scomodo per il mondo, segno di contraddizione, che non appartiene all'Uomo, ma a DIO!

    RispondiElimina
  2. vorrei una informazione dal gestore del blog se possibile: quel bellisimo angelo con la tiara in capo di che edificio fa parte?
    Grazie di cuore.
    Luca

    RispondiElimina
  3. Fa parte dello stemma che sta alle due estremità del Colonnato del Bernini in piazza San Pietro

    RispondiElimina

Posta un commento