EXSURGE, DOMINE!

Communicatio in sacris di Mons. Muller con un Pastore luterano

Ancora, ancora un altra trovata della setta conciliare che rasenta l'assurdità: un Ordinariato per i Luterani, i quali - come ognun sa - non sono fedeli Cattolici di un particolare rito o di una specifica sensibilità liturgica, né scismatici, ma veri e propri eretici.

E invece il Prefetto della Suprema Sacra Congregazione del Sant'Uffizio, lege per la Dottrina della Fede, non ha nulla di meglio da proporre per la difesa dell'ortodossia se non quella di creare un ennesimo baraccone in cui accogliere i Protestanti che vogliono unirsi a Roma, si immagina senza rinunciare alle proprie eresie. Tant'è vero che nell'articolo che riporta la notizia, si dice espressamente che essi considerano Lutero come un riformatore della Chiesa, e che la Grande Babilonia di Roma abbia realizzato queste riforme con il Concilio Vaticano II. 

Lutero brucia la bolla di scomunica di Leone X

Si troveranno in ottima compagnia con mons. Muller, che con essi condivide la negazione della Presenza Reale e della Verginità di Maria Ss.ma, Madre di Dio. E potranno celebrare quella Messa che, non facendo parola del Santo Sacrificio dell'altare, li autorizza a considerarla al pari della loro Cena. 

La Bolla "Exsurge Domine" di Leone X

C'è da chiedersi come abbiano fatto i tanti Luterani che prima del funesto Conciliabolo di Roma hanno abiurato i loro errori e sono rientrati in comunione con Santa Madre Chiesa, senza un Ordinariato.

Un colpo da maestro, peraltro: se la Fraternità San Pio X dovesse giungere ad un accordo con la Santa Sede e venisse incorporata ufficialmente nella Chiesa, si troverebbe ad avere un Ordinariato, al pari dei Luterani: dinanzi al mondo questo significherebbe non un ritorno all'ortodossia o una sconfessione del Vaticano II, ma una ulteriore apertura alle altre confessioni, equiparando la Fraternità agli eretici protestanti e dando prova di equanime misericordia verso i fratelli separati. Se viceversa non dovesse accettare l'accordo proprio a causa dell'Ordinariato dei Luterani (anche nella semplice ipotesi che esso possa essere creato in futuro), essa si escluderebbe dalla capziosa apertura della Gerarchia e non rappresenterebbe più un problema per l'ala progressista della Chiesa. 

Cos'altro partorirà la fervida mente dei novatori, prima che si abbatta la Collera divina sulla Chiesa, che si appresta a diventare sede dell'Anticristo, secondo le profezie di Nostra Signora a la Salette?


Commenti