Un Papa neocatecumenale?



Nel loro delirio di onnipotenza, ratificato peraltro da decenni di appoggi autorevolissimi e di non meno eloquenti silenzi dinanzi alle eresie, ai sacrilegi ed agli abusi di cui si sono resi responsabili, i gerarchi del movimento neocatecumenale vanno gonfiandosi di inane soddisfazione - tristi rane nel putrido stagno conciliare - per i nefasti pronostici che qualche curiale ha loro rivelato. 

D'altra parte, che nella Curia Romana e nello stesso Sacro Collegio si possano annoverare non pochi sostenitori della setta di Kiko Arguelo è cosa ahimè nota. Meno noto è che si vociferi insistentemente tra gli adepti che il prossimo Papa sara uno dei loro, e che entro tre mesi dall'elezione al Soglio costui celebrerà nel loro sacrilego rito. 

Non si capisce se la loro certezza derivi da locuzioni interiori col Principe delle Tenebre o da trame indegne in seno al Conclave. Certo è che, presente un Papa emerito che usurpa il titolo di Sua Santià e mantiene il nome che scelse prima dell'abdicazione, sarà arduo riconoscere l'elezione di chiunque. Meno arduo doversi piegare dinanzi a un eretico conclamato, giacché nessuno che si ponga fuori dalla Chiesa Cattolica può legittimamente governarla. Duole notare che, nonostante ciò, sia accreditato come papabile proprio chi compendia in sé tutte le più belle ed elette virtù moderniste: apertura alla mentalità corrotta del secolo; stolido servilismo verso la Sinagoga; disinvolta promiscuità con atei, eretici e scismatici d'ogni specie; compiacente appoggio alle autorità civili ed alle lobby economiche; cortigianeria nei confronti dei media; equivocità pastorale e dottrinale; superficiale patina culturale pour épater les bourgeois; estrema prosopopea conciliare; soverchio concetto di sé; disprezzo del popolo cristiano; vendicativa indole femminea; petulanza ecumenica; spocchia filomassonica. 

Il ritratto è completo, e molti paiono potervisi specchiare. Ma ci piace ricordare a quanti promettono appoggi ai neocatecumenali per ingraziarsi i loro porporati sponsor, che il loro orgoglio li sprofonderà tra le fiamme assieme ai loro sodali e al padre loro Lucifero. Potranno anche assurgere alla presidenza della chiesa conciliare (con l'ipoteca di dimissioni prossime o remote), ma di certo non al Soglio del Principe degli Apostoli e del Vicario di Cristo.

Sono matta da legare, cantava Milva... 
Memento,  Eminenza: anche per il prosieguo.

Commenti

  1. "stolido servilismo verso la Sinagoga; disinvolta promiscuità con atei,eretici e scismatici di ogni specie;...equivocità pastorale e dottrinale... disprezzo del popolo cristiano, vendicativa indole femminea; spocchia filomassonica" e ce ne sarebbero ancora...
    E' la perfetta sintesi di 53 anni di Storia del Papato.

    ...e se condividi le tesi dell'Istituto Mater Boni Consilii, sei additato al pubblico ludibrio col titolo di "Sedevacantista" (horribile dictu!!)...mah!

    RispondiElimina
  2. Carissimo Baronio, anche questa volta Lei ha colto nel segno! E' da qualche tempo che ho scoperto la sua preziosa presenza nel web, di ciò La ringrazio davvero tanto.

    La setta dei neocatecumenali, è una delle parti visibili rumorose del grande male che è in seno alla Chiesa, non dimentichiamo gli altri potentissimi focolarini. Movimento eretico masson/comunista che può contare di molte presenze focolarine al servizio dei berettini rossi vaticani.
    Due facce della stessa medaglia che vanno d'amore e d'accordo. I primi concretamente compiono sacrilegi alla luce del sole, i secondi i focolarini hanno preparato le menti di quanti si sono fatti ammagliare, per commettere gli abusi senza neppure (in certi casi) accorgersene.

    Li hanno svuotati resi degli automi, il loro motto " morire a se stessi" ...solo che intendono, " far morire l'intelletto e assopire la mente ". Svuotare le menti delle persone per riempirle con la satanica eresia ecumenista....
    Ricordo che all'interno di quella setta focolarina, vi sono numerosi eretici scismatici, appartenenti alle false religioni, gli abusi dei focolarini sono gli stessi degli eretici neocatecumeni.
    Quindi che differenza ci sarà tra un nuovo "papa" neocatecatecumenale da uno che fosse "focolarino" o del rinnovamento o altra scemenza del genere?

    NESSUNA SONO TUTTI DELLA STESSA ERETICA E DIABOLICA PASSIONE....DISTRUGGERE LA CHIESA CATTOLICA CHE E' LA TRADIZIONE.

    Tradizione che NON PUO' GIOCARE all'equilibrismo, nè tantomeno SFORZARSI a trovare, qualcosa di "buono" nel conciliabolo vat2.

    Il Papa NON E' AL DI SOPRA DEI CONCILI DOGMATICI, che sono fino Concilio Vat. I, ma può esserlo se il concilio è pastorale come per il cv2.

    Il Papa NON E' AL DI SOPRA DI UN CONCILIO DOGMATICO, SEMPLICEMENTE PERCHE' LUI HA IL COMPITO DI CUSTODIRE CIO' CHE E' STATO DEFINITO DOGMATICAMENTE nel Concilio Dogmatico, NON PUO' ELUDERE O BAIPASSARE NULLA!!!
    DEVE solo TRASMETTERE e CUSTODIRE.

    TUTTI i papi postconciliari a partire da GXXIII, fino all'ultimo Benedetto XVI, invece, SI SONO POSTI AL DI SOPRA DEI CONCILI DOGMATICI E PER QUESTO SONO DA CONSIDERARSI CONTRO IL DEPOSITO DELLA CHIESA.

    Brevi e chiari concetti che riassumono, ciò che è questa FALSA CHIESA, possiamo ormai dirlo in tutta franchezza, gli elementi non mancano.
    Mi stupiscono assai (e non mi stancherò di dirlo), quelle persone che malgrado l'evidenza continuino, imperterrite ad addolcire i tempi in cui viviamo, riponendo fiducia nell'azione dello Spirito Santo....dicono...



    RispondiElimina
  3. (segue)

    Ora, se lo Spirito Santo davvero fosse adorato dai cattolici, come 3° Persona della Santissima Trinità, la confusione e la sporcizia all'internio della Chiesa non vi sarebbe.
    IN VERITA', oggi chi parla di "Spirito" ne parla perchè non conosce quello VERO, E NEMMENO CONOSCE COME E QUANDO E IN CHE MODO, AGISCE E QUALI SONO I SEGNI PER RICONOSCERE LA SUA VERA AZIONE!!!


    PUO' DIO CONTRADDIRE SE STESSO? Siamo arrivati a questo punto? Siamo arrivati a sparare eresie ed offese allo Spirito Santo così impunemente? Ma non si vergoganno chi scrive o gestisce blog che "trattano" (a modo loro ) di difesa della fede fondata sulla Tradizione Perenne e parlare di Spirito Santo, quando invece, senza volerlo ( ma anche no), propinano quello uscito dal conciliabolo v2 che è la scimmia del vero, ossia spirito del mondo?
    E' mai possibile, che ancor oggi malgrado sia chiaro il quadro del pericolo, vi siano persone infastidite dagli ammonimenti di Fatima? Mi chiedo a che gioco stanno giocando? Chi è il loro maestro? Le stesse pongono fiducia nella parte sana della Chiesa dicono....quale mi chiedo se da questa parte sana, ancora nessuna voce FORTE SI E' ALZATA contro l'atto gravissimo di questo " papa emerito", che con serenità se ne è andato in pensione?

    Me ne sono accorta anche io....troppa serenità in quel volto di Benedetto XVI, all'ultimo sui Angelus ...troppa malgrado L'ATTO GRAVISSIMO DI CUI SI E' MACCHIATO!!!

    Ancora una volta confondono "prudenza" con la difesa della Fede? E' questa la parte sana? ...... LO SI GRIDI SUI TETTI ALTRO CHE il ridicolo motto o frase trita e ritrita del tipo " non fasciamoci la testa prima di rompersela" .... cecità e stoltezza sono la base di TALUNE "attese e prudenze".
    Lo si gridi, come hanno fatto un gruppo di cattolici stanchi e non più disposti a farsi prendere in giro da questa FALSA CHIESA VOLUTA DALlA SETTA CONCILIARE, nata dal concilibolo vat.2.!!!

    Propongo 3 articoli interessanti:

    http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/7071

    http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1350213

    http://nullapossiamocontrolaverita.blogspot.it/2013/03/essi-avevano-un-idolo-che-prendevano.html

    Distinti saluti

    TOR.

    RispondiElimina
  4. il CUGINO DELLA PULCE PELLEGRINA8 marzo 2013 13:43

    "Milva"....cioè parli dell'aspirante papa Meforio I ...?

    RispondiElimina

Posta un commento