Il demonio parla del Concilio e della nuova chiesa





E argomentazioni a proposito della gravissima crisi della Chiesa, addotte su base dottrinale o citando la Sacra Scrittura e i Santi Padri, trovano più e più volte conferma anche nelle rivelazioni private di molti mistici e nei messaggi della Santissima Vergine. 

Ma è interessante notare come, sotto ordine dell'esorcista, anche il Principe delle tenebre confessi di essere l'artefice di questa crisi. 

Riportiamo alcune rivelazioni fatte dal Maligno nel 1975, per bocca di Anneliese Michel, una cattolica bavarese posseduta da sei demoni (tutti i testi sono trascrizioni e traduzioni di originali registrati e conservati negli Archivi Diocesani di Würzburg). Ne tragga il lettore le debite conseguenze.

I nemici della Chiesa sono nostri amici! 


La talare ormai non la indossa più nessuno. Questi modernisti della Chiesa sono opera mia e mi appartengono tutti ormai. 


Tutti adesso tirano fuori le zampe per prendere la Comunione e neanche si inginocchiano più! Ah! Opera mia! 


L’altare rivolto verso i fedeli è stata idea nostra… Sono tutti corsi dietro agli Evangelici come meretrici! I Cattolici hanno la vera dottrina e corrono dietro ai Protestanti! 


Peccato che il Sinodo (Concilio Vaticano II) sia finito, ci ha rallegrato moltissimo! 


Tante Ostie vengono profanate perché vengono date sulle mani. Non si rendono nemmeno conto! 


Il nuovo catechismo olandese l’ho scritto io! È tutto falsificato!

Padre Pellegrino Ernetti osb, esorcista veneziano ora deceduto, ha raccolto altre confessioni del demonio relative a quel che gli piace:



La particola alla mano, così posso calpestare il vostro Dio, quel Dio che io ho ucciso; e posso celebrare le mie messe (le messe nere) con i miei Sacerdoti che ho strappato a Lui... 

I Preti vestiti come netturbini, camuffati; così li porto dove voglio io, negli alberghi e nelle case private, in cerca di donne e di omosessuali e faccio commettere tanti sacrilegi e li porto nel mio regno! Quanti, quanti Preti mimetizzati sono nel mio regno! E non mi scapperanno più!
 

I Preti e i Vescovi iscritti alla Massoneria e alle mie sette... oh quanti, oh quanti ce ne porto col denaro e con le donne... quanti, quanti diventano miei amici fedeli... col denaro e con le donne... ne prendo quanti ne voglio, li porto nel mio regno.
 

Ma soprattutto mi piacciono e mi rallegrano quegli ecclesiastici che negano la mia esistenza e la mia opera nel mondo... e sono tantissimi... oh, che gioia, che gioia per me... lavoro tranquillo e sicuro... persino i teologi oggi non credono nella mia esistenza... che bello… che gioia… e così negano anche quel loro Dio che era venuto per distruggermi... 


Domenico Mondrone riporta altre frasi del Maligno: 


In un secondo momento mi lavorerò uno per uno i parroci rispetto al loro pastore. Oggi il concetto di autorità non funziona più come una volta. Sono riuscito a dargli uno scossone irreparabile. Il mito dell'ubbidienza sta tramontando. Per questa via la Chiesa sarà portata alla polverizzazione. Intanto vado avanti con la decimazione continua di preti, dei frati, delle suore, ad arrivare allo spopolamento totale dei seminari e dei conventi: tolti di mezzo i suoi "operai della Vigna", subentreranno i miei e avranno via libera nel loro lavoro definitivo. 

A me preme incrementare il numero dei preti che passano dalla mia parte. Sono i migliori collaboratori del mio regno. Molti o non dicono più messe o non credono a ciò che fanno all'altare. Molti di essi li ho attirati nei mie templi, al servizio dei miei altari, a celebrare le mie messe. Vedessi che meravigliose liturgie ho saputo imporre loro a sfregio di quelle celebrate nelle vostre chiese. Le mie messe nere.

Padre Amorth riporta un'altra frase del demonio sulla crisi attuale:



Il tempo dell'Anticristo è il nostro tempo, il tempo dell'inizio del terzo millennio. Non sarà difficile riconoscere la venuta di questa persona: egli, infatti, come dice san Paolo, sedurrà l'uomo presentandosi come l'inviato di Dio e sederà nel tempio di Dio additando se stesso come Dio.
Concludiamo con le rivelazioni di un altro demonio, rese durante un esorcismo celebrato il giorno 11 Febbraio 2013:


La Chiesa Cattolica è sotto attacco: le potenze delle tenebre sono scatenate contro la Sposa di quello che abbiamo appeso alla Croce. E' l'ultimo assalto che stiamo portando alla sua Chiesa. Le dimissioni del Pontefice, prese in piena libertà e coscienza, aprono la strada al nostro ultimo attacco frontale. 

Non basta la corruzione, non basta l'avidità di denaro, non basta suscitare gli scandali, bisogna condurre una battaglia che abbia come esito finale la distruzione della cosiddetta Chiesa di Roma. 

Sono duemila anni che noi angeli decaduti con l'aiuto di uomini di Chiesa e di politicanti da strapazzo, cerchiamo di colpire mortalmente Quella tremenda Invenzione del Nazareno. Purtroppo non ci siamo ancora riusciti, perché essa appartiene all'Onnipotente. 

Tutti i nostri sforzi risultano vani, perché le porte dell'inferno, come Quel crocefisso disse, non prevarranno. Ma noi non ci arrendiamo. Continueremo a colpirla, a ferirla, a farla sanguinare, anche grazie a chi, dall'interno di essa, si è consegnato nelle nostre mani. 

Dobbiamo arrivare ad occupare il trono del Vicario di Quello inchiodato alla croce. Con le buone o con le cattive. Costi quel che costi. 

Stiamo lavorando a spopolare i seminari, a far chiudere i conventi, ma non riusciamo a far smettere quelle donne e quegli uomini, rinchiusi dietro una grata, di pregare. Ancora ci sono giovani che si dedicano alla preghiera nel silenzio di quei monasteri. Maledetti! quanto ci fanno male quelle vite donate all'Altissimo. 

Ormai molti Cardinali, Vescovi, Sacerdoti, sono in totale dissenso rispetto alla Tradizione della vostra Chiesa, sono in disaccordo sul conservatorismo papista. 

E dietro il progressismo, dietro certe aperture post conciliari ci siamo noi! Perché vogliamo la confusione, la dissociazione, la divisione dentro e fuori la Sede petrina, come la chiamate voi. 

Continuate pure a credere che tutto è una favola pretigna, così il numero di quelli che precipitano qui all'inferno aumenterà sempre più. Ormai non si contano più. 

Posso dirti, brutto pretaccio, che provocheremo un attacco terribile contro la Chiesa romana, faremo tremare le sue mura, ma non scalfiremo la sua stabilità.

Ma ora ci stiamo concentrando sulla Chiesa e sino a quando il nostro lavoro distruttore non sarà compiuto non le daremo pace. 

Ho chiesto degli anni a Quello lassù. Ora è il nostro tempo, quindi siamo scatenati, ben sapendo che il periodo concesso sta per terminare.

Quel papa della Rerum Novarum, vide, mentre celebrava la Messa, i demoni fuoriuscire dalle viscere della terra e diffondersi dappertutto. Così scrisse quell'odiosa preghiera al Principe delle Milizie celesti, che noi, però, abbiamo fatto abolire al termine della celebrazione. 

Vedrete cosa farò alla vostra Chiesa, che scisma provocherò, peggiore di quelli passati. Vedremo quanti sono dalla Sua parte e quanti dalla mia.

Pregate per Papa Benedetto, ha sofferto molto per i peccati compiuti nella Chiesa, il peso degli stessi lo ha indebolito nel fisico e nell'anima, ma non l'ho vinto. 

Pregate per i Cardinali, molti dei quali sono miei; pregate per i vescovi che ormai vanno per conto loro.



Commenti

  1. Ma il diavolo non è anche il principe della menzogna? Come si fa a credere in ciò che dice?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il diavolo che possiede una persona può essere costretto ad obbedire a degli ordini dall'esorcista, che in nome di Dio gli intima ad esempio di recitare l'Ave Maria, o di baciare la mano all'esorcista, o di comporre un sonetto in onore dell'Immacolata Concezione. Parimenti, il demone può essere obbligato a dire la verità su fatti specifici. La letteratura in materia è molto ampia, ma l'episodio principale è quello in cui i demoni scacciati da Nostro Signore Lo riconoscono come Dio, riportato anche nel quinto capitolo del Vangelo di San Marco.

      Elimina
  2. Baronio, leggendo mi sono chiesto 2 cose: se il demonio non dice l verita' perche mai dovrebbe dirla durante un esorcismo?
    la seconda cosa : ma se la fede è una come è possibile che ci siano tanti catechismi? cioe' come puo essere diverso il catechismo spagnolo da quello italiano o olandese o di chissaddove? davvero oggi nella Chiesa ci sono vari catechismi?

    rocco

    RispondiElimina
  3. mi scusi, riflettendo un secondo mi sono venuti in mente gli esorcismi di nostro Signore ... allora alla prima domanda mi sono risposto da solo, rimane pero' la seconda , per la quale ancora chiedo lumi!

    rocco

    RispondiElimina
  4. possibile? ma il demonio non è il padre della menzogna ?

    RispondiElimina
  5. Mentivano anche quando confessarono la divinità di Nostro Signore mentre Egli li scacciava?
    «Che hai tu in comune con me, Gesù, Figlio del Dio altissimo? Ti scongiuro, in nome di Dio, non tormentarmi!» (Mc V, 1-20)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. poco dopo averle mandato il post me ci ho pensato!

      rocco

      Elimina
  6. Per la menzogna vedi sopra.
    Per i catechismi, negli anni Settanta la Conferenza Episcopale Olandese ne pubblicò uno eretico, che fu poi ristampato e diffuso in molti stati e creò gravissime lacune nei catechizzati. Uno dei tanti frutti gustosi del Concilio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. riguardo ai catechismi, mi permetta di segnalarle questa pagina se non l'avesse gia letta:

      http://www.sisinono.org/component/content/article/51-anno-2013/211-anno-xxxix-nd17.html

      rocco

      Elimina
  7. Sta nascendo in questi terribili mesi del dopo-Ratzinger l'ANTICHIESA profetizzata da tanti mistici, e anche dal vescovo Fulton Sheen:
    (...) "Egli (Satana) creerà una contro-chiesa che è la scimmia della Chiesa, perché lui, il Diavolo, è la scimmia di Dio.. Avrà tutte le note e le caratteristiche della Chiesa, ma in senso inverso e svuotata del suo contenuto divino fosse un corpo mistico dell'Anticristo che sarà in tutte le apparizioni che assomigliano al corpo mistico di Cristo .... Poi sarà verificato un paradosso -. le tante accuse che gli uomini del secolo scorso, hanno respinto nella Chiesa, sono le ragioni per cui accettano l'anti-chiesa ". (...)
    [Arcivescovo Fulton J. Sheen, il comunismo e la coscienza dell'Occidente, (Bobbs-Merrill, 1948), pp 24 ° -. 25th]
    --------------------------
    Dunque la nuova chiesa conciliarizzata, l'antichiesa, maschera grottesca di quella vera, è voluta da satana, che ha insinuato nelle menti dei teologi e pastori il programma diabolico egalitario dell'amore universale inclusivo-fraterno-massonico, che rinnegherà la Chiesa di Cristo, i suoi Santi e Martiri, e -come nei primi secoli fece l'Impero romano- perseguiterà i suoi seguaci.
    I primi segnali si sono avuti con l'estirpazione dei FI, poi sul web con i discorsi di tipo stalinista di un tizio che -a sostegno di don Ariel e delle sue aspre invettive- diceva "quei pazzi, malati di mente (i cattolici tradizionali....) bisogna sterminarli come topi di fogna, affogarli" e simili piacevolezze che concretizzano le persecuzioni profetizzate dalla SS.ma Vergine a Fatima.
    Col pontificato di Bergoglio sta prendendo decisamente forma l'antichiesa che prepara l'avvento dell'anticristo, dentro la Chiesa stessa, demolendone le fondamenta e distruggendo la fede dei semplici con scandali e discorsi eretici e aberranti, che colpiscono le coscienze come pugnalate quotidiane, da cui il piccolo fedele non sa pià come difendersi....e pe sopravvivere che cosa può fare ?
    SI ADATTA, si NORMALIZZA, SI ADEGUA al nuovo corso e alla cosiddetta nuova evangelizzazione, che è null'altro che ADULTERAZIONE profonda del cattolicesimo, in senso protestante-ecumenista, e in prossimo futuro, sincretista.
    La Chiesa è ormai stalinizzata: adeguarsi o perire, emarginati o schiacciati, demoliti psicologicamente e socialmente: ritenuti e additati alla gogna pubblica come FANATICI INTEGRALISTI irrecuperabili, da riformare nei manicomi (così già dicono i filoconciliari del tipo il blogger Mastino che ha svelato la sua ferocia.....e a qualcuno pareva fosse un tradizionalista....)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dubito che Mastino si permetta certe espressioni verso i cattolici tradizionalisti. Ne conosco l'irruenza, certo, ma non posso credere che scenda a lanciare invettive di tal genere.

      Elimina
  8. Il "tizio", il dr Margheriti Mastino, nel suo blog, ha negato la paternità di quell'intervento dichiarandolo apocrifo. Vedi:
    www.papalepapale.com/develop/lamore-se-non-diventa-esodo-meglio-lasciar-perdere/
    Nei commenti a quel post, peraltro, bellissimo.

    RispondiElimina
  9. In quello stesso blog si può leggere la biografia di Anneliese, postata da Vincenzo Scarpello nel 2011
    www.papalepapale.com/develop/il-caso-di-anneleise-michel-2/

    RispondiElimina
  10. Quel che i diavoli avrebbero detto è riportato negli studi di più persone che approfondirono l'argomento e dovrebbe trovare conferma nelle registrazioni effettuate all'epoca, e poi sequestrate dalla Curia ed archiviate in qualche remoto scaffale dell'Archivio diocesano.

    RispondiElimina
  11. Non giudicare Antonio Margheriti Mastino, ardea.
    Non lo fare, quantomeno, per Amore di Gesù e per rispetto alla Sua Parola.
    Quel Gesù che viene, in questa seconda Pienezza dei Tempi, proprio per riunire i Suoi figli dispersi (e molti dei quali sono ben più "dispersi" di quanto non sia Mastino: il quale non fa che replicare, con lo stesso eccesso di zelo e perché "prigioniero" e "disperso" a sua volta, quanto già fatto in passato da tanti uomini di Chiesa nei confronti di coloro che erano da loro considerati sommamente pericolosi in quanto eretici. E che sono stati quindi, in più di un'occasione, da loro letteralmente "sterminati, come topi di fogna"), e lo farà nella Potenza dello Spirito Santo.
    Che animerà coloro che Lo annunciano, nonostante le uccisioni, le crocifissioni, le flagellazioni e le persecuzioni di città in città.

    Giustamente, ardea, affermi che tanta parte dei cattolici sedicenti "adulti" si sono in realtà lasciati adulterare dal modernismo.
    Ma, d'altro canto, l'amore per la Verità (che E' Gesù e per amore del Quale noi cattolici, se abbiamo la Grazia di essere "svegli" durante il Ritardo dello Sposo, dobbiamo farci servi fedeli di ogni verità, per "scomoda" e "pesante" che sia) mi spinge a ricordare che esiste realmente una "adultità" nella Fede, laddove si cresca in sapienza e grazia (oltre che obbligatoriamente in età).
    E che tale "adultità" nella Fede si manifesta in due modi, non necessariamente contemporaneamente presenti in un figlio di Dio:
    - l'aver fatto pienamente e integralmente i conti con la realtà "scandalosa" (o addirittura "folle") della Croce: al punto da arrivare a considerarla, Grazia e strumento di Vittoria col quale partecipare alla Vittoria dell'Agnello Immolato e Vincitore; e non realtà da scampare ed osteggiare, poiché troppo dolorosa da sopportare o (ancora peggio) troppo "scandalosa" (se si è un "giudeo") o "folle" (se si è un "samaritano" od un pagano) da fronteggiare
    - il "mangiare" (ossia ascoltare e comprendere, ovvero il "conoscere") un cibo spirituale "solido" e non più "liquido" come quando eravamo bambini: e quindi non recedere dal "mangiare" quelle verità pur così pesanti da sopportare (così pesanti che, per farlo, gli Apostoli necessitarono dello Spirito Santo: datogli "in caparra" da Gesù Risorto e "in pienezza" nell'Evento Pentecostale).
    Noi, come figli di Dio battezzati e vieppiù cresimati (condizione peraltro ancora mancante nel sottoscritto), lo Spirito Santo quantomeno "in caparra" l'abbiamo già ricevuto.

    Sta a noi decidere di lasciarLo agire, così da trasformarci negli adoratori che il Padre desidera, vuole ed ama: in Spirito e Verità.
    Non solo "in Spirito", come accade in tanti della Chiesa "samaritana" (e non sto certo parlando dei cattolici "adulterati" dal modernismo e men che meno di quelli deformati dall'apostasia e quindi neanche più cattolici) che celebra il suo culto a Dio nel "tempio sul Gazirim" del NOM ("brutta copia" del Culto reso a Dio nel "Tempio sul Moria" del VOM);
    e neanche solo "in Verità", come coloro che s'identificano con la Chiesa "giudea" che celebra il suo Culto a Dio nella Santa Messa Vetus Ordo (dove il carattere di Sacrificio, per quanto Incruento, è pieno e manifesto e non offuscato in alcun modo da quello non redentivo e non salvifico di "Cena", per quanto Santa).

    RispondiElimina
  12. Se si è "in Spirito" ma non si proclama pienamente (e "dai tetti") la Verità o addirittura si vuole "insabbiarla": lo Spirito Santo non permane lì dove pure è soffiato e, più prima che poi, Se ne va. Ed al suo posto resta -nel caso migliore- uno spirito solo umano, che non può che pensare secondo gli uomini.

    Se si è "in Verità" ma si oppone rigidità al Soffio dello Spirito (che, essendo Dio, è anche assolutamente libero di soffiare dove, come e quando Egli vuole): ci si può rapidamente trovare ad essere come cembali che, pur tintinnando, non convertono. Poiché ci si è rifiutati di essere Strumenti docili di Colui che converte. Per non dire che ci si può trovare a combattere contro Dio stesso, quando ci s' "impalca" (non avendone peraltro neanche l'Autorità) a giudicare ciò che non si comprende ancora. Sconfinando nel giudizio degli stessi Strumenti che a Dio è piaciuto sceglierSi.

    In questo "gioco", ardea: vince chi si lascia uccidere, nel tempo voluto da Dio.
    Quindi, se nel suo vivere il cattolicesimo ti troverai a fronteggiare ed a vivere il martirio e la morte, senza darli a tua volta (ma non per questo rinunciando ad affermare la verità e la Verità anche gridando, e chiamando col loro nome coloro che si sono scelti per padre il diavolo): allora stai sicuro (o sicura) che avrai vinto.
    Poiché l'Agnello Immolato e Vincitore ti avrà fatto sedere alla Sua destra, togliendoti qualsiasi paura umana ed umano rispetto.

    Ti saluto e ti abbraccio,
    in Gesù Adveniente e Maria Corredentrice

    +Christus Vincit+

    Maranathà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ilfocohadaardere23 dicembre 2014 11:45

      Dux, tante cose che hai detto specie nel tuo periodo di frequentazione del sito "papale papale", mi sono parse interessanti, e leali. Poi, siccome "scopristi le carte", e citasti come profeta verace la "Conchiglia" e le sue presunte rivelazioni (il giudizio sulla veridicità non sta né a te né a me, noi ci possiamo solo fare prudentemente un'idea) sui tempi che viviamo, su Benedetto XVI ed il suo "gesto", etc., andai a vedere e trovai, tra le altre cose, anche riferimenti ad "ALIENI", altri mondi, e altre cose del genere. In più, si proponeva addirittura di modificare ed "integrare" il "SEGNO DELLA CROCE". Questo può secondo te essere credibile e soprattutto, un indice di veridicità di ciò a cui tu fai tanto caloroso riferimento? Rispondimi, per favore.

      Elimina
  13. Sull' questo argomento proposto sta dialogando anche qui:

    http://nullapossiamocontrolaverita.blogspot.it/

    e qualcuno avanza serie obiezioni alla credibilità di tali "pronunciamenti" satanici, motivate proprio dalla deriva ecclesiale postconc.

    RispondiElimina
  14. un paio di anni fa ho assistito ad un esorcismo, vittima una suora posseduta da chi si professava quale Lucifero,

    dopo vari mesi, la suora poteva quella sera liberarsi completamente,

    l'esorcismo andò avanti dalle 9 circa del mattino fino alle 23,15 la possessione era iniziata verso le ore 7,45

    Lucifero è sulla terra

    RispondiElimina

Posta un commento