Il Vescovo idolatra premiato con la Porpora



Ai tempi dei primi Cristiani, veniva martirizzato chi non bruciava incenso alla statua di Cesare, che i Romani riconoscevano come divinità. L'autorità non chiedeva l'abiura del proprio credo, ma solo che vi si affiancasse anche il culto di Cesare. Migliaia di Cristiani subirono il martirio per non violare il Primo Comandamento. 

Oggi la chiesa conciliare, e Bergoglio che la presiede, premiano con la Sacra Porpora di quegli stessi Martiri il Presidente della Conferenza Episcopale d'Inghilterra e del Galles, mons. Vincent Nichols, il quale si è reso colpevole, con atto pubblico lodato sul sito diocesano, del gravissimo peccato di idolatria, offrendo fiori agl'idoli indù

Nella foto in alto, lo vediamo inchinato a ricevere sulla fronte il marchio di Shiva, divinità infernale e demoniaca, per emulare l'analogo gesto di Giovanni Paolo II.


Commenta Damian Thomson, del Daily Telegraph

Il leader della Chiesa cattolica in Inghilterra e Galles non ha problemi a prendere parte a cerimonie indù, ma provate a chiedergli di dire messa secondo il vecchio Rito e non andrete molto lontano.

Prepariamoci all'inaugurazione del grande tempio ecumenico, aperto a tutti fuorché ai Cattolici.


Commenti

  1. Che Dio la benedica Eminenza, per la Sua vigile attenzione alla direzione del gregge di Cristo...

    RispondiElimina
  2. Di fronte a gesti come quelli di Giovanni Paolo II: o trattasi di Papa apostata (e sarebbero quindi apostati e quindi non veri Papi tutti e cinque i "mariti" della Chiesa "samaritana" da lei avuti prima dell'Incontro col Messia così come affermato dai cosiddetti "sedevacantisti apocalittici": ma ciò va a cozzare quantomeno con il fatto che essi sono invece chiamati proprio "mariti" da Gesù. A differenza del sesto) o la spiegazione è un'altra.

    Ossia quella che essendo entrati nella Fine dei Tempi (essenzialmente diversa dalla Fine del Mondo, così come spiegato con precisione estrema in CCC 58), i cinque "mariti" hanno agito con la conseguente consapevolezza della manifestazione imminente dell'uomo iniquo, che si sarebbe innalzato e che avrebbe voluto essere adorato sopra tutto ciò che è considerato Dio ed a cui viene reso culto come tale.
    Quindi, ben al di sopra di tutti i culti esistenti delle "nazioni", in mezzo alle quali sono dispersi innumerevoli figli di Dio e pecore appartenenti al Buon Pastore Adveniente.

    Consapevoli dell'essere entrati nella Fine dei Tempi (di cui al CCC 58) e consapevoli che l'avvento dell'uomo iniquo (di cui parla San Paolo nella 2 Ts come stadio necessario attraverso il quale passare prima che si realizzi la Parusia del Signore Gesù, la quale in innumerevoli punti di sue precedenti lettere egli aveva affermato inequivocabilmente -ed in maniera ugualmente inspirata- che si sarebbe verificata durante la sua vita terrena: ed è la proprio questa la prova più eclatante di un "tradimento" avvenuto nella "tradizione" originaria. "Tradimento" che ha comportato -addirittura- un "rallentamento" della Parusia stessa ed il Ritardo bimillenario dello Sposo) DEVE esserci, perché si realizzi l'Evento che per un cristiano dovrebbe essere quello più atteso di tutti: ecco spiegata la ragione di tante azioni "impensabili" dei cinque "mariti" della Chiesa "samaritana".
    Ammesso (e non sempre concesso) che tali azioni (come quello del bacio del Corano) siano state effettivamente fatte da tali cinque "mariti". E non da qualcuno che si spacciava empiamente per loro, in questi tempi in cui il mistero d'iniquità si esplica e si manifesta in tutti i suoi più reconditi ed oscuri aspetti.
    Comprendenti tutte quelle verità che Gesù avrebbe detto agli Apostoli già durante la Sua Vita terrena se non fossero state troppo "pesanti da portare" in assenza dello Spirito Santo in loro: e che gli fu dato, in "caparra", da Lui stesso Risorto; e in pienezza nell'Evento pentecostale.

    Le faccio quindi una domanda, carissimo Cesare Baronio.
    La faccio a lei, a cui pur non sfugge uno iota delle "magagne" della Chiesa "samaritana".

    E le chiedo se è giusto, di fronte a Dio, continuare a nascondere quelle verità "troppo pesanti da portare" ai figli di Dio: che lo Spirito Santo, almeno in "caparra", l'hanno già innegabilmente ricevuto almeno nel Battesimo?

    Grazie in anticipo per la sua risposta, carissimo Cesare Baronio.

    Dio ci benedica, la Madonna ci accompagni, San Michele Arcangelo scorti le nostre vie.

    +Christus Vincit+

    Maranathà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Duxcunctator,

      mi spiega a cosa si riferisce quel CCC 58 ? Mi perdoni ma non riesco a cogliere l'abbreviazione, forse mi sono perso qualcosa...

      +B

      Elimina
    2. CCC=Catechismo Chiesa Cattolica

      Elimina
    3. gent.Dux,non capisco cosa intende con "verità troppo difficili da sopportare...tenute nascoste...se si tratta dell'apostasia,dei pruriti di novità,dei falsi profeti e falsi cristi,mi pare che non siano affatto tenute nascoste,sono nella S Scrittura,lette anche in Chiesa(nella S Messa antica).E il tradimento avvenuto alle origini della Tradizione,che avrebbe ritardato la Parusia,da chi sarebbe stato perpetrato?Da uno degli Apostoli?Ipotesi altamente anticattolica.Non vorrei che in lei si fosse infiltrato il pensiero gnostico,che sulle orme di Cacciari auspica il tanto peggio tanto meglio,perchè così si affretterebbe la Parusia,mettendosi empiamente al posto di Dio,che Lui solo ha fissato e conosce il numero degli eletti e il giorno del Giudizio.Attenzione a non sbrigliare la fantasia,atteniamoci alla pura e santa Dottrina insegnata dalla Chiesa nella sua bimillenaria vita,(e ora contraddetta dalle contraffazioni conciliari,ovviamente non dogmatiche)e non correremo rischi.Se no facciamo il gioco dell'avversario

      Elimina
    4. Punto 58 del Catechismo della Chiesa Cattolica. Quello del 1992

      Elimina
    5. Caro Duxcunctator,
      può chiarirmi un po' le idee? Chi è questo Strumento che avrebbe rivelato che Bergoglio non è il sesto marito? Anche il concetto di chiesa samaritana fa parte di una qualche rivelazione o si tratta di speculazioni?
      Sono molto interessato...
      Da parte mia vorrei anche chiedere agli esorcisti se in questi ultimi mesi il demonio ha detto qualcosa, su ordine di Dio, a proposito della crisi della Chiesa.
      Attendo una Sua cortese risposta alla mia mail eminentissimus@gmail.com.
      +B

      Elimina
    6. rev Baronio,
      stia attento alle divagazioni "miscellanee" di duxcunctator. Si tratta di un sostenitore di un Movimento palesemente eretico ( il MOVIMENTO D'AMORE SAN JUAN DIEGO ) che propaganda le false rivelazioni di una sedicente mistica che si fa chiamare Conchiglia, e che avrebbe ricevuto dalla SS.ma Trinità (nientemeno...) il comando di inserire il nome della Madonna nella SS.ma Trinità, in modo che tra poco, secondo questi fanatici seguaci della "Conchiglia", dovremmo fare il segno di croce dicendo.

      "Nel nome del Padre, Della Madre, del Figlio e dello Spirito Santo"
      Vi rendete conto che roba, in quale bailamme di falsi profeti è sommerso l'orbe cattolico, con tanta gente a caccia di novità sensazionali?

      leggere qui
      http://conchiglia.mx/C_DOCUMENTI/ULTIMATUM.htm

      e questo è il blog di duxcunctator:
      http://escogitur.wordpress.com/

      mi spiace pensare che lui e tanti altri siano caduti con ingenuità in buonafede in questa creduloneria....siamo nei tempi predetti da S. Paolo circa le false dottrine che ottengono largo seguito tra la gente che ha gran voglia di novità e non sopporta più la retta Dottrina.
      (si profila una storia simile a quella di Medjugorie)

      Elimina
    7. @Murmex

      Le verità "troppo pesanti" da portare non riguardano, in tutta evidenza, temi come l'apostasia, i falsi cristi ed i falsi profeti: che agli ebrei erano ben noti.
      Poiché per apostasie generalizzate vi erano già passati (cfr Maccabei, che morirono martiri proprio per non aderire all'apostasia galoppante), così come avevano perfettamente chiara sia la figura di "falso Cristo" che quella di "falso profeta" (essendo il primo molto più pericoloso, per il popolo, rispetto al secondo).
      Lo stesso Gesù fu accusato di essere IL Falso Cristo "per eccellenza", sul Golgota: e non da coloro che avendo per padre il diavolo e servendolo consapevolmente all'interno del Tempio sapevano perfettamente chi Egli fosse e proprio per questo Lo odiarono e tramarono fin dall'inizio per armare la mano dei Suoi carnefici (che invece NON sapevano cosa stavano facendo); bensì da coloro che pensavano di amarLo e che Lo avevano osannato cinque giorni prima, al Suo ingresso trionfale a Gerusalemme, trionfale nonostante fosse avvenuto sul dorso di un asinello. E che, purtuttavia, ritennero "scandalo" inaccettabile quella Passione ai loro occhi ignominiosa e che sotto i loro occhi si stava svolgendo: poiche il Cristo (ossia il Messia) NON POTEVA essere trattato così, A MAGGIOR RAGIONE se Egli era Messia Divino. Ergo: Egli, così insozzato, sputacchiato, svillaneggiato, deriso, schiaffeggiato, flagellato e quindi VISIBILMENTE non Messia, era a questo punto il PEGGIORE dei Falsi Cristi. Poiché Si era addirittura "innalzato" fino all'Altissimo, chiamandoLo Padre ed osando affermare di essere "tutt'Uno" con Lui.
      Ecco perché durante il tragitto fino al Golgota, Gesù Si ritrovò ad essere bersaglio di tanti che cinque giorni prima Lo avevano osannato.
      E che svelavano così la parte più intima dei loro cuori e la loro indisponibilità ad abbandonare ciò che ritenevano di conoscere e di sapere (ossia che il Messia di Dio, tanto più se è Messia Divino: non Si lascia umiliare) di fronte al Dolore dell'Innocente che si svolgeva sotto ai loro occhi e che non li muoveva a pietà.

      Quindi, Murmex: quando Gesù Si riferisce a verità "troppo pesanti" da portare e delle quali posticipava lo svelamento ai Suoi Apostoli per quanto avrebbero ricevuto lo Spirito Santo: Si riferiva evidentemente ad altro, che non è stato "tradito" (ossia: "consegnato").
      O che (ipotesi alternativa): non è stato consegnato al tempo opportuno, così come Gesù dice essere il compito dei servi buoni e fedeli.

      Circa il fatto che questo "tradimento" (nel suo significato italiano) avvenuto all'origine della Tradizione sia da riferirsi ad uno degli Apostoli: le confermo che non sarei cattolico qualora facessi un'affermazione del genere.
      Che, infatti: NON faccio.




      Elimina
    8. Ma che "qualcosa" sia effettivamente successo, nella Chiesa primitiva, e frutto della libera scelta dei più (libera scelta che gli Apostoli hanno accettato, ben consapevoli che Dio accetta sempre la libera scelta dei Suoi figli): è iper-testimoniato dal "cambiamento" NETTISSIMO di San Paolo rispetto all'imminenza della Parusia.
      Che egli passa dal considerare "imminente" (ed una testimonianza di ciò, tra le numerosissime presenti nelle sue lettere, è il suo arrivare persino a sconsigliare il Matrimonio, ritenuto come un'opzione di serie B e da attuare -in via residuale- per coloro che se non si fossero sposati si sarebbero lasciati ardere dal desiderio) e realizzanda nell'arco della sua vita terrena: al considerarla "ritardata" (arrivando invece ad ammonire coloro che si ostinavano a considerarla "imminente", tralasciando quindi le ordinarie occupazioni che ci tengono legati a "questo" mondo, ossia "questo" stato di cose così com'è stato instaurato a valle del Peccato Originale e dell'ingresso del male e della morte nella Creazione) e realizzanda solo DOPO che si fosse verificata una ben specifica sequenza, iniziante dalla grande apostasia (e se deve prima accadere una "grande" apostasia, significa che ci deve essere prima un grande avvicinamento: come effettivamente c'è stato, fino agli inizi degli anni '60 del secolo scorso)

      Circa Massimo Cacciari: sono ben consapevole, carissima Murmex, che egli faccia parte degli "acceleratori" alla maniera che Dio ha in abominio.
      Ossia di coloro che ritengono di essere in grado di fare il male nel suo massimo grado (o collaborare attivamente con la sua realizzazione: ed è collaborazione piena già il non opporsi ad esso e non chiamarlo col suo nome) perché si possa arrivare al massimo grado di bene.
      Sono coloro che ritengono di poter "violentare" Dio: ossia "forzarGli la Mano". "ObbligarLo" a "sveltire", ossia "accelerare", i Suoi programmi.
      Fu l'atteggiamento del Primo Uomo, murmex.
      E fu l'atteggiamento di Giuda Iscariota: che non "tradì" (ossia: "consegnò") Gesù perché aveva bisogno di trenta denari aggiuntivi (per quanto fosse accecato sia dall'avarizia che dalla lussuria).
      Bensì perché non sopportava che Egli "S'attardasse" ancora (ed ecco qui profilarsi la superbia, il suo peggior peccato e ciò che lo dannò -così come dannò il padre che egli, in quanto figlio della perdizione, si era già scelto illo tempore, ossia Lucifero) nell'annunciare un Regno di Dio costruito sull'Amore quando c'era invece da costruire e realizzare il "vero" Regno di Dio, su "questa" terra: che sarebbe stato instaurato dal Messia e dove Israele avrebbe signoreggiato su tutte le nazioni, secondo la Promessa ben nota. Ma per far ciò, secondo il figlio della perdizione che rispondeva al nome di Giuda Iscariota: era necessario "obbligare" Gesù (sulla cui Natura Divina, Giuda non aveva dubbio alcuno: era lì, infatti, quando Gli aveva visto "creare ex nihilo" nuovi occhi al cieco nato; ed era sempre lì quando Lo aveva visto "ricreare" il corpo di Lazzaro, che era già mezzo decomposto prima ancora di spirare) a trovare un accordo con quel Sinedrio la maggioranza dei cui membri invece continuavano ad opporGlisi, anche a causa del Suo "ostinarSi" a dirgli la verità in piena faccia, in ogni occasione, invece che trovare con loro un diplomatico "accomodamento".

      Elimina
    9. Quindi, l'Iscariota "consegnò" Gesù alle guardie del Tempio: in base all'empio convincimento che così Lo avrebbe "obbligato" ad "imporSi" sui sinedriti, forzando le loro volontà. E si sarebbe finalmente "saldata" l'alleanza tra Lui -il Messia- e la "crème" d'Israele che si sarebbe rapidamente trovato -grazie alla Potenza indiscussa del Messia- a governare sul mondo, rendendolo "finalmente" un posto migliore e quel Regno Messianico promesso.

      Ragionano così, ieri come oggi, gli "acceleratori" dei Tempi nel modo che Dio ha in abominio.
      Non offrono sé stessi, il loro cuore e la loro vita, in un inesausto MARANATHA'.
      Bensì, forti dell'intelligenza e della conoscenza che hanno in massimo grado: ritengono di poter "manipolare" e "governare" gli eventi, fino al punto da non esitare nell'attuare esplicitamente il male.

      Spero le sia chiaro, Murmex: che io (che sono solo un ultimo ed una testimonianza mio malgrado di ciò che Dio sa fare anche con i nulla) non appartengo alle loro schiere.

      E che, al contrario: non esito, ogni volta che sento nel cuore che ciò è Volontà di Dio, a denunciarne il comportamento, chiamando male ciò che loro vogliono antinomicamente (secondo l'atteggiamento della gnosi profondamente spuria e profondamente corrotta e degradata, secondo il quale si raggiunge la salvezza attraverso il peccato. E quindi, tanto più si pecca, tanto più ci si salva) far passare per "bene".

      Accadrà (e forse è già iniziato ad accadere) anche a Massimo Cacciari di aprire gli occhi.
      Così come li aprì l'Iscariota quando vide che il Tradito Si lasciava incatenare e schiaffeggiare e sputacchiare ed infamare ed insozzare e colpire e flagellare e CROCIFIGGERE: invece che imporSi su coloro che avrebbe potuto far stramazzare a terra o soggiogare TUTTI già col Suono della Sua Voce o con la Potenza del Suo Sguardo.

      E spero per Massimo Cacciari (così come per tutti gli "acceleratori" dei tempi nel modo che Dio ha in abominio) che egli non percorra fino in fondo le tracce disperate dell'Iscariota, quando constaterà coi propri occhi l'entità della Passione della Chiesa che egli stesso ha contribuito a far accadere (per quanto in misura molto minore rispetto ai veri Giuda Iscariota: che sono tali in quanto vestono vesti da Successori degli Apostoli), mettendo la sua acutissima intelligenza al servizio della dissoluzione consapevole e volontaria.

      Gesù non Si risparmiò fino all'ultimo nel tentare di indurre l'Iscariota alla conversione.
      La stessa cosa hanno fatto i cinque "mariti" della Chiesa "samaritana" nei confronti degli Iscariota che li circondavano.



      Elimina
    10. Eppure, solo Dio sa quanto si sarebbero attenuate le sofferenze (che in ogni modo si sono attenuate lo stesso per la passione volontariamente accettata dai "giganti" come padre Pio e da tutti coloro che conosceremo -se non rifiuteremo il Disegno di Salvezza al quale siamo stati predestinati- solo in Cielo, quando scopriremo in che misura la loro personale e volontaria passione abbia completato la Passione di Gesù, per il nostro beneficio. Di noi che siamo: o figli maggiori che, pur mai allontanatisi dalla casa paterna, hanno conservato un cuore parzialmente o persino totalmente duro; oppure figli minori che abbiamo passato anni e anni di dissipazione presso i porci di altri padroni prima di ritornare in noi stessi e di ripartire alla volta della casa paterna. E che sia nell'uno che nell'altro caso: beneficiamo delle passioni subite ed offerte nel silenzio e nel nascondimento da parte di questo esercito sconfinato e sconosciuto di co-redentori, che partecipano sublimamente ed efficacemente all'Opera del Redentore e della Corredentrice) qualora i cinque "mariti" non si fossero mai attardati a "rallentare", alla maniera di Simone-satana.
      O non fossero stati circondati da Vescovi che, quando fedeli, hanno purtuttavia "rallentato": non nel modo voluto da Dio ma nel modo che Dio permette, quando appena appena tollera.
      Il più grave dei "rallentamenti" odierni è (ai miei occhi, mente e cuore di "ultimo") quello attuato dall'attuale Vescovo di Senigallia.
      Che sta di fatto "impedendo" (come se non avesse mai letto o mai veramente compreso né le parole -ispirate- di Gamaliele quando fa il suo discorso in Sinedrio circa il modo di comportarsi nei confronti dei seguaci di Colui che da quello stesso Sinedrio era stato giudicato illegittimamente, e che erano inaspettatamente tornati a farsi vedere in pubblico cinquantadue giorni dopo il Golgota, e per di più animati da una spinta ed un ardore che erano del tutto inspiegabili con categorie umane; né tantomeno quelle della Parola fattaSi Carne allorquando dà il criterio di discernimento tra veri e falsi profeti) quella proclamazione universale del Vangelo del Regno (dove ogni scriba tira fuori dal suo sacco cose "vecchie" e cose "nuove": e la "Novità" per eccellenza e di una bellezza assoluta, in questa nostra seconda Pienezza dei Tempi non può che riguardare Colei che nella prima Pienezza dei Tempi è rimasta nascosta, per Volontà di Dio) che deve essere pienamente attuata prima dell'instaurazione completa dell'abominio nel luogo santo.

      Quel Regno che è da instaurarsi alla Fine dei Tempi. E NON alla Fine del Mondo.
      Le quali sono realtà inequivocabilmente distinte: sia per la maggioranza dei padri della Chiesa che nel CCC 58 (alla cui attenta lettura, carissima Murmex, la rimando)

      Elimina
    11. @Cesare Baronio
      Quello che in questi giorni mi è stato permesso di scrivere in questa "città" virtuale, non essendomene derivata ancora alcuna persecuzione (che, in quanto "scriba": non posso che mettere in conto. E che considero una vera e propria Grazia. Così come lei, Cesare Baronio, considera onori le minacce e gli insulti di chi non le perdona il suo far rilevare le contraddizioni oggettive nella Chiesa "samaritana") è uno spezzettamento di quanto dal sottoscritto inviato alle Gerarchie della Chiesa, oltre che a numerosi laici oggi appartenenti ai "primi", l'11 gennaio u.s. alle 13:07.

      Vado a rigirarle questa stessa email, e sarà lei a decidere cosa farne.

      Prima di salutarla, Baronio, e di augurarle una Santa notte, sono a formularle la domanda seguente (che si aggiunge a quella precedente, su cosa siano le verità "troppo pesanti da portare". E che estendo a tutti gli altri passanti in questa "città" virtuale):
      da quando esiste l'Anima di Gesù?

      +Christus Vincit+

      Maranathà

      PS: la "persecuzione" è regolarmente scattata, appena mi accingevo a fare il nome di Conchiglia, che è il principale tra gli Strumenti che Dio Si è voluto scegliere e sempre più manifestamente "pietra d'inciampo" per tanti.
      Come ogni persecuzione degna di questo nome: essa si svolge con "accuse" (laddove noi figli di Dio battezzati e nella Sua Grazia: in quanto membra vive del Corpo del Cristo Gesù, non abbiamo certo quello dell'accusatore come ruolo "naturale", men che meno quando non abbiamo alcuna Autorità in tal senso. Ma semmai qullo degli avvocati, degli intercessori, dei difensori e dei mediatori. Se ci si "impalca" ad accusatori: già ci si manifesta o come figli della perdizione, che si sia battezzati o meno; o come figli di Dio "offuscati" ed "accecati", forse perché non nella Sua Grazia) e con "menzogne" (nel caso specifico, poiché escogitur non è il mio blog. Bensì quello di un amico che mi è stato fratello in Gesù e Maria e che ha sposato purtroppo la tesi verosimile ma falsa del cosiddetto "sedevacantismo apocalittico". E che considera Conchiglia, purtroppo e con mio immenso dolore: un falso profeta).

      Accuse e menzogne sono un vero e proprio specimen di firma. Di colui che della menzogna è il padre e che dell'accusa omicida è il cultore sopraffino, in quanto omicida fin dal principio.

      Elimina
    12. Caro Duxcunctator,

      Le ho lasciato esprimere le Sue opinioni perché volevo comprendere alcuni aspetti oscuri, quasi iniziatici, dei Suoi interventi. Mi sono poi documentato su Conchiglia e sono giunto ad una banale, semplicissima conclusione: un'altra serva dell'Anticristo.

      Aggiungere il nome della Ss.ma Vergine nel segno di Croce e nel Gloria Patri è una cosa assolutamente inaudita, contro la Fede, contro la Ss.ma Trinità e contro Nostra Signora. Questo pervertimento della dottrina puzza di satanico, è il marchio di Satana, non ha nulla di cattolico.

      Non si può non considerare questa Conchiglia come un falso profeta, e la sua setta come uno dei tanti mezzi con cui il Maligno cerca di indurre in errore anche i buoni.

      La invito quindi ad astenersi dal propagandare in qualsivoglia modo questa eretica e i suoi falsi messaggi, e a ritornare alla Chiesa Cattolica, dalla quale Ella si è allontanato per farsi seguace di una pazza figlia del Demonio.

      +B

      Elimina
    13. Caro Reverendo,ero infatti stupita che un sito serio e impegnato nella lotta all'eresia modernista ospitasse simili farneticazioni.Ora grazie al Cielo è tutto chiaro,per merito anche di Bit,la vicenda è stata utile per mettere in guardia chi passasse di qui. Vorrei associarmi al suo ammonimento a Dux,reiterando l'esortazione a questo fratello ,che ritengo sedotto in buona fede,ad allontanarsi da queste falsità. ,elucubrazioni dettate dalla anche inconsapevole superbia dell'intelletto(quindi prettamente diabolica),speculari,su opposto versante pseudomistico ,alla cloaca modernistica.Tutto è chiaro,limpido,luminoso,razionale nella Dottrina millenaria,accessibile anche ai bimbi e agli indotti :atteniamoci a quella,

      Elimina
  3. Io ho visto la foto del cardinale O'Malley che chiede di essere RI-cresimato dalla pastora metodista Anne Robertson, e poi va a concelebrare con il di lei vescovo. La foto con un chiaro commento scritto dalla stessa è sul suo sito: vedere per credere! e soprattutto interessante è il commento della pastora che si intitola "Sui riti e sui simboli", veramente significativo, caro Baronio. ecco il link:
    http://www.annerobertson.org/on-rites-and-symbols

    RispondiElimina

Posta un commento