Ecco come faranno a ridurre i Cattolici al silenzio




Un lettore mi informa che il mio articolo La congiura contro la Chiesa dei precursori dell'Anticristo non è pubblicabile su Facebook.



Non me ne stupisco: era evidente che, considerata la spavalderia della setta infame, si preparasse qualcosa. Altrimenti avrebbero agito con maggior prudenza, se non altro per evitare che qualcuno scoprisse i loro traffici e li denunciasse. 

Così, col pretesto di colpire il terrorismo islamico, il Grande Fratello ha ripristinato la censura, ma questa volta per i Cattolici. Si può bestemmiare il nome di Dio, si può propagandare l'immoralità, si può diffondere l'errore; ma non si ha il diritto di difendere la propria Fede e di esprimerne le ragioni, peraltro circostanziandole. Tutto perfettamente coerente con le più fosche previsioni.

Finché mi lasceranno scrivere su questo blog, lo farò. Questo è certo. Ma vorrei che tanti altri, forse più prudenti di me nell'esprimere le proprie idee, considerassero quello che sta avvenendo. Oggi si limitano a bloccare la condivisione di un articolo, domani forse verranno a prenderci a casa.

Baronio + 










Commenti

  1. Grazie Cardinal Baronio, che Dio la conservi in salute e le dia la forza di guidarci fuori da questa selva oscura.

    RispondiElimina
  2. I servi dell'Anticristo sono in azione e temono articoli come il suo Cardinal Baronio.

    RispondiElimina

Posta un commento