SOLENNE FINZIONE LITURGICA IN SAN PIETRO


FINZIONE LITURGICA

Commenti

  1. Questa definizione è proprio bella, complimenti......per stemperare, passo una frase che mi è stato detto pronunciata a santamartaland dal great pretender 'Dove lo trovate un papa che balla il tango come me?'Mi affido alla sua vena ironica per eventuali commenti......

    RispondiElimina
  2. Dicono che alla prossima Assisi parteciperà anche Vanna Marchi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla prossima Assisi io mi porterei dietro un parafulmine e un caschetto da minatore, visti i precedenti.

      Elimina
  3. In attesa del "Timbro"...
    http://www.sanpiox.it/attualita/1945-in-riparazione-delle-cerimonie-a-cattoliche

    RispondiElimina
  4. Reverendo Baronio, qualora attivassero la "Finzione Liturgica", se per caso mi capitasse di essere presente, mi sarebbe consentito sparare una di quelle pernacchie alla Eduardo De Filippo (nell'Oro di Napoli) e uscire immediatamente dalla chiesa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io farei garbatamente uscire gli altri.

      Elimina
  5. " "
    A volte la realtà che ti trovi a vivere è troppo pesante, il dolore troppo forte, la verità troppo scomoda. Affrontarla risulta sempre più difficile, vivere una vita così proprio non ti riesce…
    Una soluzione c’è: LA FINZIONE.
    Cominci un giorno, senza rendertene conto, senza una vera e propria decisione o consapevolezza. Lo fai e basta, e stai meglio, almeno ti sembra di riuscire a respirare. E allora continui su quella strada. L’imperativo diventa il FINGERE.
    Fingere che tutto vada bene, fingere serenità, fingere equilibrio.
    Poi un giorno per caso, passando davanti a uno specchio, ti fermi a osservare il tuo sguardo. Ti rendi conto che i tuoi occhi appartengono a una persona diversa da quella che fingi di essere. Cominci a rifletterci su.
    Ne vale davvero la pena? " "

    (Anton Vanligt, Mai troppo folle)

    RispondiElimina
  6. Riporto il commento di un blogger di un sito cattolico (non è il caso di aggiungere tradizionalista, poiché i siti modernisti non lo sono) a proposito dell’odierna celebrazione luterano-cattolica in San Pietro :

    “Lutero è all’inferno … e non bisogna pregare nei templi luterani” … queste cose rivelò l’angolo custode alla beata suor Serafina Micheli nel IV centenario della nascita do Martin Lutero):
    13 ottobre 2016, inizio del centenario delle apparizioni di Fatima, un uomo vestito di bianco espone la statua di questo eretico dannato nell’aula Paolo VI e la onora insieme a un migliaio di pellegrini … poi si reca a Lund per commemorare il V centenario della riforma luterana … ma ci vuole tanto a capire per chi lavora Bergolio?

    http://www.miliziadisanmichelearcangelo.org/content/view/2468/90/lang,it/
    Our Lady of La Salette, restore the Holy Church
    (Nostra Signora di La Salette, restaura la Santa Chiesa)

    RispondiElimina
  7. Oggi mi è stata resa nota una indiscrezione da parte di persona di certissima fede. Così come mi è stata riportata la rendo nota a mia volta. Poi ognuno è libero di crederci o meno (anche se lo stile è proprio "il suo"!).

    Recentemente il Vdr ha ricevuto i seminaristi del seminario della sua diocesi (di Roma). Dal momento che lui non poteva recarsi da loro li ha fatti venire in quel di santa Marta.

    Incontro cordiale, si dice, se non che ad un certo punto ha congedato i responsabili del seminario ed è voluto rimanere solo con i seminaristi, qualcuno dei quali, in seguito, ha riferito cosa disse loro il Vdr: "Vi dirò solo due cose: la prossima volta non venite vestiti così [con la veste talare] ma vestiti da uomini [ossia al più con il collarino romano; è nota in infatti l'antipatia del Vdr verso la talare al punto che, si dice insistentemente, appena può se la strappa di dosso lui stesso].

    "Poi, continuoò il Vdr, ricordatevi che i pantaloni si aprono sul davanti, non sul di dietro".

    Infelice allusione da taverna, questa, che fa pensare ai rapporti omosessuali.....

    Devono essere stati fatti pesanti peccati nel cattolicesimo per essersi meritati un papa del genere ...

    RispondiElimina

Posta un commento